Antonopoulos: Comprare il caffè con ‚Medium of Exchange‘ Bitcoin è un’idea obsoleta

Se il Bitcoin agisca ancora come un efficace mezzo di scambio è stato un dibattito nello spazio cripto.

Mentre alcuni usano la cripto-valuta per il suo uso di pagamento, molti la vedono come una migliore riserva di valore tra le altre valute crittografiche e fiat.

Nel whitepaper Bitcoin, l’obiettivo di Satoshi era una „versione peer-to-peer del contante elettronico“ che facilitasse lo scambio di valore online tra utenti senza una terza parte o un’istituzione finanziaria.

Ma da quando Laszlo Hanyecz ha ripetutamente speso decine di migliaia di BTC per l’acquisto di pizze nel 2010 con il prezzo di 1 BTC ora commercia oltre 10.000 dollari, molte persone sono diventate riluttanti a usare il loro Bitcoin Era come mezzo di scambio per gli acquisti di tutti i giorni come una ciotola di patatine fritte o una tazza di caffè del mattino. Preferiscono tenere il „bene digitale“ come investimento a lungo termine, mentre ipotizzano che il valore aumenterà in futuro.

Per questo motivo, molti hanno sostenuto che il Bitcoin non funziona più come mezzo di scambio, in quanto viene ora utilizzato più come un deposito di valore.

Tuttavia, il popolare sostenitore del Bitcoin ed educatore della catena di blocco Andreas Antonopoulos „è leggermente in disaccordo“. Mentre discuteva della politica monetaria della Bitcoin accanto al leader della crescita di Kraken, Dan Held, nel sesto episodio della serie „Why Bitcoin Now“ con Unchained, ha sostenuto che la Bitcoin svolge ancora molto la sua funzione di mezzo di scambio.

Antonopoulos ha sostenuto che l’uso di acquisti poco costosi come una tazza di caffè per determinare l’uso di pagamento del Bitcoin è obsoleto, anche se ha ammesso di usarlo come uno degli esempi nel suo libro.

„Dobbiamo smettere di pensare all’acquisto di una tazza di caffè come attività primaria di un mezzo del sistema di scambio. L’acquisto di un biglietto per uscire dalla Siria può essere un esempio molto più interessante da utilizzare in questo contesto“. A quel punto, come mezzo di scambio, è onnipotente“, ha spiegato.

Antonopoulos ha inoltre aggiunto che due „presunzioni o pre-presupposti“ vengono in mente quando si discute lo stato dello scambio di valori di Bitcoin.

In primo luogo, ha notato che la maggior parte delle persone usa il Bitcoin come „economia intermedia“. In altre parole, queste sono persone nell’economia circolare che usano la crittovaluta come una rotaia. Per esempio, le persone lavorano e guadagnano salari in valuta fiat, li convertono in Bitcoin, poi li trattengono per qualche tempo o li usano per qualcos’altro, prima di convertirli nuovamente in fiat.

„Quando la si guarda da questo punto di vista, l’economia rende molto impegnativo l’uso del mezzo di scambio“, ha aggiunto.

L’altra categoria di persone vive nell’economia Bitcoin, guadagnando e spendendo BTC invece di fiat. Quelli dell’economia Bitcoin, secondo lui, trarrebbero vantaggio dalla funzione del Bitcoin come mezzo di scambio.

Usando se stesso come esempio, Antonopoulos ha spiegato che guadagna Bitcoin e lo usa per compensare i suoi debiti. Un aumento del prezzo del Bitcoin andrebbe a beneficio di questo insieme di persone, poiché significherebbe usare meno Bitcoin per i debiti ma, allo stesso tempo, guadagnare più Bitcoin.